p&rg eventi performance and relations group Contatti
  ATTIVITÀ   DESTINATARI   REALIZZAZIONI   COLLABORAZIONI ARTISTICHE  
« Home | Collaborazioni | Crossover Bolling
Crossover Bolling
Antonella ANTONINI pianoforte
Daiana BOCCIALONE pianoforte
Stefano PAGNI contrabbasso
Carlo BATTISTI batteria

Il nome del progetto è già una dichiarazione programmatica di questa inusuale formazione composta dal duo pianistico Antonini-Boccialone, Stefano Pagni al contrabbasso e Carlo Battisti alla batteria; un'intrigante intuizione sia per la scelta di sfruttare le molte possibilità dialogiche che i due pianoforti offrono, che per il repertorio all'insegna del cross-over, che porta con sé la separazione sempre più labile tra classica, etnica, jazz …

Il duo di pianoforti nasce dal sodalizio di Daiana Boccialone e Antonella Antonini, di provenienza classica, svolge intensa attività concertistica ed è interprete da sempre attento al repertorio del novecento e alla nuova musica. L'incontro del duo con due profondi conoscitori del repertorio jazz come Carlo Battisti e Stefano Pagni si è risolto in una sensibile comunione di intenti attraverso un percorso eclettico, ardito, anticonformista, che prende le mosse dalle musiche di Bolling per poi andare alla ricerca di autori che come lui hanno pensato ad una musica "senza frontiere stilistiche".

Fulcro del repertorio di Crossover Bolling sono le Sonate for two pianists composte da Bolling nel 1972 strutturandole su un interessante e costante intreccio tra la "voce jazz" di un pianoforte e la "risposta classica" dell'altro, soluzione che suscitò il forte interesse della critica di quegli anni, ancora oggi poco eseguite. I due pianoforti si inseguono, dialogano e combattono fino ad una raffinata fusione di suoni e di stili, e lì dove inizialmente è chiara la loro dichiarazione stilistica, si arriva ad una comunione di intenti, la contaminazione come nuovo linguaggio musicale.

L'ensemble Crossover Bolling, profondamente ispirato dall'autore, affronta così repertori inusuali con l’intento di dar vita a proposte concertistiche originali.


Antonella Antonini, nata a Roma, ha iniziato giovanissima lo studio del pianoforte nell’ambito familiare, presso il C.M.C. Centro Musica Classica in via Giulia a Roma con la prof.ssa Annamaria Antonini. Passa subito sotto la guida del M° Sergio Cafaro, si diploma brillantemente nel 1991 al Conservatorio di Roma "Santa Cecilia",con il M° Ermanno Pradella, proseguendo con lui gli anni successivi al diploma.
Partecipa ai corsi estivi dell’Accademia Musicale Pescarese, tenuti dal M° Sergio Cafaro; ai corsi dell’ARTS ACCADEMY tenuti dal M° Fausto Di Cesare.
Studia musica da camera con il M° Massimo Pradella.
Dal 1991 svolge attività concertistica collaborando spesso con varie associazioni. Tra le più importanti: Tempietto; A.GI.MUS; Rotary Club; Concerti di Castel Sant’Angelo; Circolo Ufficiali Palazzo Barberini ecc.
Spesso pianista accompagnatrice in vari Conservatori italiani e in Concorsi Nazionali e per il Concorso Internazionale T.I.M.
Dal 2000 al 2002 pianista titolare del Laboratorio Lirico Antonio Cotogni.
Svolge attività didattica presso l’Istituto Pio IX di Roma tenendo anche lezioni concerto, presso l’Istituto C.E.D.A.M.
Attualmente insegna come assistente presso l’Arts Accademy; come docente di pianoforte presso la scuola di musica CIAC e presso l’associazione Le Muse.
Nell'aprile 2006 si esibisce nella trasmissione Alle falde del Kilimangiaro in onda su RAITRE.
Pianista stabile delle formazioni LE RAFFINATE CONTAMINAZIONI DEL 900, duo di pianoforte e contrabbasso; del progetto CROSSOVER BOLLING, quartetto due pianoforti-contrabbasso e batteria; del duo CAIPORA, pianoforte e percussioni.


Daiana Boccialone si è brillantemente diplomata in pianoforte nell’anno accademico 1995/96 presso il Conservatorio “L. Refice” di Frosinone sotto la guida del Maestro Augusto Colace.
Ha partecipato a diversi master-class e corsi di perfezionamento fra i quali il Corso di Perfezionamento in Pianoforte del M° Massimo Bertucci.
Ha preso parte a numerosi concerti sia come solista che in diverse formazioni cameristiche per vari enti ed associazioni quali il Comune di Roma, l’associazione culturale Il Tempietto, Teatro di Marcello (area archeologica di Roma), il Circolo della Corte dei Conti, il Rotary Club di Roma, il comune di Viterbo. È stata pianista pianista accompagnatrice in vari Conservatori italiani.
Parallelamente si è avvicinata allo studio del repertorio jazz con il M° Massimo Fedeli, Luca Ruggero Jacovella e Stefano Sabatini. Dal 2004 pianista stabile del duo di pianoforti per il progetto “Crossover Bolling” con il quale ha partecipato a Notestate 2005 all’Auditorium delle Fornaci a Roma e a Viterbo Eventi per 900 Altri Suoni nel luglio 2005. Ha costituito in seguito il quartetto Bolling’s Suites con il quale ha partecipato al Villa Celimontana Jazz Festival 2006 e con il quale prosegue il suo approfondimento nello studio dell’autore francese Claude Bolling.
Ha frequentato il corso nazionale di didattica sulla metodologia Orff svolgendo in seguito attività di insegnamento. Si occupa di musicoterapia presso l’associazione FORIFO di Roma. È docente di pianoforte presso la Scuola di musica CIAC da dieci anni e presso l’associazione Sintonia di Roma.


Stefano Pagni, dopo quattro anni di studio di basso elettrico, contrabbasso, arrangiamento, pianoforte e sassofono presso lo St. Louis Jazz School, nel 1980 inizia la professione suonando in gruppi stabili di jazz e come free-lance. Sempre nell’80 studia con Giorgio Gaslini al seminario di Diano Marina. Nei due anni seguenti è corsista ai seminari estivi di Siena jazz dove ha l’occasione di suonare con Enrico Rava, Enrico Pieranunzi e Bruno Biriaco.
Nel 1983 lavora in Rai come solista di contrabbasso. Nel 1985 partecipa all’edizione estiva di Pescara jazz. Nel 1986 partecipa col quintetto di Nunzio rotondo ai festival jazz di Sanremo, Bussi e Acireale e partecipa alla stagione televisiva del programma Tandem con lo stesso quintetto Nell’87 lavora con Giampaolo Ascolese nel trio del chitarrista Eddy Palermo. Fra l'80 e il '90 collabora con R. Fassi, M.Urbani, Mike Melillo, Joe Di Iorio, Bob Mover e Steve Grossman con il quale suona a lungo in trio con Leo Mitchell. In seguito perfeziona gli studi jazzistici presso il Goldsmith College di Londra, città nella quale suona stabilmente in duo con il pianista Russ Henderson. Al rientro in Italia ha numerose esperienze di musica leggera, accompagnando artisti quali Nicola Arigliano e Renato Carosone. Tiene il corso di contrabbasso presso il centro jazz St.Louis. Lavora come turnista di musica da film con, fra gli altri, N. Piovani ed Ennio Morricone. Nel corso degli anni onora numerosi contratti con la radio e la televisione di stato con gruppi jazz, leggeri e classici. Nel 1994 si diploma in contrabbasso presso il conservatorio di S. Cecilia.L'anno dopo prende l'idoneità come contrabbassista di fila presso il Teatro dell'Opera di Roma, lavorando sia con la suddetta orchestra che con numerose altre,
tra le quali l'Accademia di S. Cecilia, la Filarmonica di Torino, la Toscanini di Parma, laHaydn di Bolzano. Nel 1998 è primo contrabbasso dell'orchestra Verdi di Milano. Nel '99 e 2000 primo contrabbasso dell'orchestra del conservatorio di S. Cecilia. Nel 2001 è primo contrabbasso dell'orchestra del Giubileo con la quale effettua numerose riprese televisive. Nel 2002 lavora come primo contrabbasso con l’orchestra da camera Nova Amadeus, fa parte dell’Ensemble strumentale del collegio musicale di S.Giuliano dei Fiamminghi, suona nell’Histoire du Soldat per una settimana al teatro Anfitrione. Nel 2003 ricomincia a suonare jazz col gruppo Almanova ed è richiesto come insegnante di contrabbasso presso l’istituto di alta cultura Paisiello di Taranto. Nel 2004 collabora con la cantante Giuppi Paone e col maestro Savio Riccardi nell’ambito delle registrazioni per musica da film. In estate accetta un lavoro di 100 giorni per suonare jazz e musica leggera al Tanka Village di Villa Simius. Nel 2005 s’iscrive al biennio superiore di jazz al conservatorio di S. Cecilia e collabora col S. Cecilia jazz quartet, intanto è primo contrabbasso dell’orchestra del teatro d’opera Capranica. In estate partecipa al Festival jazz di Roccella Jonica col cantautore Danilo Montenegro e forma col pianista Vittorio Mezza un duo ed un trio con Ettore Fioravanti. Registra un solo di Contrabbasso per il programma diffuso da Radio Vaticana per questo strumento. Nel 2006 si laurea al conservatorio di S. Cecilia con 110 e lode in jazz ed esce il suo disco Live in Rome per l’etichetta Splasc senz’H in duo col pianista Vittorio Mezza.


Carlo Battisti ha studiato sotto la guida di Jimmy Cobb e Max Roach nell'ambito degli stages di Perugia e Ravenna ed in seguito con Marvin "Smitty" Smith presso il Drummers Collective di New York. Nel 1988 ha vinto con il Tony Pancella Trio il primo concorso nazionale Musicisti di Jazz indetto dal "Music Inn" di Roma; nel 1990 con il gruppo Tetracolours ha vinto il Forlì Jazz Contest. Ha suonato con importanti nomi del jazz italiano ed internazionale e in tutti i maggiori jazz clubs e teatri italiani, in Spagna, Svizzera, Lussemburgo, Danimarca, Germania,Stati Uniti, Australia, Turchia, Libano, Israele, Scozia. Ha partecipato a numerosi programmi televisivi e radiofonici esibendosi inoltre in importanti jazz festivals.
Ha partecipato inoltre a numerose incisioni discografiche ed ha collaborato alla realizzazione di colonne sonore per il Cinema ed il Teatro. Alla sua attività di free-lance affianca quella di insegnante, con seminari e corsi stabili di batteria jazz e musica d'insieme. Ha condotto per alcuni anni consecutivi la master class di batteria all’interno dei seminari internazionali di San Sebastian in Spagna.
È co-leader del Velotti-Battisti Jazz Ensemble.



Antonella Antonini

Daiana Boccialone

Stefano Pagni

Carlo Battisti
  PROGETTIAMO E REALIZZIAMO EVENTI CULTURALI E MUSICALI
  © 2006-2007 p&rg eventi